Versione in ricostruzione

Habemus Controller!

Nuntio vobis, magnum gaudium, habemus controller!

All’E3 il (o la, decidete voi) Revolution è stato presentato in forma mutilata, ovvero senza il controller, che è stato annunciato come la vera rivoluzione.
Perchè?
Perchè quando Nintendo ha presentato lo stick analogico e il “Vibra Pak” del Nintendo64, MISTERIOSAMENTE, sia lo stick che la vibrazione sono apparsi sui joystick della concorrenza…
Eh, che bella cosa rubare le idee eh? :umpf:
Fatto sta che questa volta Nintendo ha deciso di tenerci sulle spine per qualche buon mese, fino a che non si è giunti a due notti fa, quando alle tre di notte italiane, in giappone è stato finalmente presentato il controller.
Mi sarebbe piaciuto essere presente, o godermi la diretta, ma non avendo potuto farlo, ho scaricato il filmato di circa 50 minuti in cui Satoru Iwata parla di Nintendo, Nintendo DS e Revolution (lo trovate qui, ma ve lo consiglio solo se riuscite bene capire l’Inglese parlato male 😛 ).
Il controller di Revolution è questo:
Nintendo Revolution Controller
Un telecomando? :O
No, molto, ma molto meglio! 😀
Secondo la strategia Nintendo di cui Satori Iwata ha parlato nel filmato, stanno cercando di attirare nuovi giocatori al mercato, mantenendo i vecchi e dando ad entrambi i gruppi giocanti, qualcosa di cui non si sarebbero pentiti, qualcosa di nuovo.
I nuovi giocatori sono spaventati dalla eccessiva difficoltà dei videogiochi e spesso neanche prendono in mano il joypad perchè pensano di non essere all’altezza.
Con il Revolution, questo non sarà più vero.
Un telecomando non spaventa nessuno, specie se ha così pochi tasti.
Ma come faccio a giocare con un telecomando?!
Muovendolo.
Revolution è in grado di rilevare istante per istante DOVE si sta puntando il controller sullo schermo, a che distanza, e con quale inclinazione.
E devo solo spostare il telecomando? Che barba! E come faccio se volessi giocare ad un normalissimo gioco di calcio?!
Il controller di Revolution ha una porta di espansione che permette di collegare altri accessori, tra cui uno che viene chiamato “nunchaku” (foto sotto) ed un adattatore che dovrebbe trasformare il controller rivoluzionario, in un classico controller.
Revolution
Mhh… non so… non sono mica tanto convinto…
Ancora qualche dubbio?
Ecco il video (estratto da quello di 50 minuti) in cui si vedono le potenzialità di una idea se non Rivoluzionaria, quanto meno Originale!
E anche voi potrete dire di aver visto il futuro!

4 commenti

  1. [Rix]

    mah, mi sa tanto di bufalata…:shock:

  2. Luigi

    Satoru Iwata non conta bufale.

  3. Pathfinder

    mi sembra una cosa assurda 😮
    e poi sembra scomodissimo, a questo punto meglio il joystick della Playstation 3

  4. nily

    ehi Luigi!! sei per caso morto? son due giorni che ti cerco su msn ma non ci sei!! vabbè!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2021 Luigi

Tema di Anders NorenSu ↑