Versione in ricostruzione

Sinistre Sensazioni

E’ finita un’altra serata con gli amici, passata a giocare a carte. Indovinate un po’? Lo Zio ha vinto!
Io? Io no, che discorsi. Ho perso, e pure abbastanza!

Sono seduto sul divano, anzi, ora voglio anche sdraiarmi.
Ecco qua.
Sono sdraiato sul divano e scrivo col Wii. Alla faccia di chi dice che è scomodo. Io sdraiato sto comodissimo! 😛
Il nuovo router mi fa l’occhiolino coi suoi led, mentre il portatile dorme il sonno dei giusti.
Maggiori dettagli sui conti di questa sera arriveranno domani, quando avrò il foglio dettagliato dello Zio. Intanto voglio scrivere di quanto successo stasera.
Pochi istanti prima che Lo Zio e Consorte arrivassero, mi ha squillato il telefono.
Non mi aspettavo una chiamata da Lily…
Chissà che vorrà…
Forse il fatto che al gioco vado uno schifo significa qualcosa…
Ci pensa lei a spazzare via i miei pensieri: ha un problema con il computer e ha pensato bene di chiamare me, ma ha avuto la sfortuna di beccarmi in un momentaccio.

Forse sono stato un po’ troppo frettoloso a dire che era comodo scrivere col Wii, che purtroppo non mi ha fatto continuare il post. Speriamo che questa limitazione di caratteri nella prossima versione di Opera venga rimossa… Infatti ora mi tocca scrivere dal computer ed ormai è già pomeriggio, visto che stamattina niente è riuscito a svegliarmi dal coma profondo in cui versavo.

Dicevo, mi ha chiamato Lily, con mio massimo stupore, per poi richiudermi di scatto la bocca aperta (dallo stupore) sottoponendomi un problema informatico.
E lì si insinua la sinistra sensazione. Quella che mi fa razionalmente notare, che l’ultima volta che ho ricevuto una sua telefonata è stato perchè non le funzionava Word…
E mi sento tanto dipendente Microsoft, in giacca e cravatta e con una ventiquattr’ore alla mano, pronto a risolvere problemi quando ce ne sono, e poi pronto a ritornarnese nell’oblio dal quale veniva, non appena li ha risolti.
E’ una sensazione terribile e spiacevole, ma non nuova. Molti miei pseudo-amici hanno provato a fare così con me, ovvero a ricordarsi della mia esistenza quando qualcosa non andava come avrebbe dovuto. E a loro stava anche bene. Cosa c’è di meglio? Un tecnico gratuito e pure imbecille che non si accorge che lo si sta sfruttando. Eh certo, come no, va proprio così.
Non ho più notizie da loro da anni, e mi sta bene così, l’ultima volta che si sono fatti vivi hanno ricevuto il trattamento che meritavano.
E ora che questa sinistra sensazione torna a galla con Lily, e non è la prima volta che succede, mi chiedo davvero dove ho sbagliato.

3 commenti

  1. nily

    E invece vederla sotto un punto di vista differente no??
    Del tipo: “Uh che bello, un nuovo problema con word, così ho una scusa per chiamarlo!!!”
    Ma vabbè, che ci devi fà, voi uomini siete tutti toposamente e sottilmente ingenuotti!! 😛

  2. Gneo Pompeo, Imperatore Mancato

    La coinquilina del piano de sopra dice la verità…
    Noi uomini semo un po’ ingenuotti…
    Ma è anche vero che in una situazione delicata come questa, forse, si sarebbe potuto fraintendere come ha fatto l’Amico Giò…

    Oh, bomba…Ricordati di riportarmi le bottiglie vuote!

  3. Allah

    Oh, se volete, provo a sistemare io…
    Magari funzia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2020 Luigi

Tema di Anders NorenSu ↑