Versione in ricostruzione

Wii Day

7 Dicembre, ovvero ieri.

Ieri per un nintendaro tricolore che si rispetti, era una giornata particolare. Era l’inizio della rivoluzione. E le rivoluzioni non aspettano.

Levata mattutina di un giorno di ferie che io avevo deciso di prendermi da Ottoequarantatempo. Accompagnato dalla fida Argentina (ma guidando io) abbiamo raggiunto il Mediaworld prima che aprisse. Erano le otto e trentasei. Qualche minuto dopo, la brillante idea di una foto. Zan. Eccola. Intanto altri nintendari tricolore si avvicinavano alla porta. Gente venuta da altre città (addirittura un ragazzo da Roma, in zona per lavoro, aveva deciso di passare al MediaWorld prima di fare qualunque altra cosa. Io ero il primo. Stringevo in mano la prenotazione del Wii, ed ero pronto a scattare.

Ad un tratto le porte si aprirono, ed a passo veloce mi diressi dentro, là dove ero convinto di trovare il Wii, ovvero al reparto videogiochi. Niente Wii. Mi accorgo che poco distante c’è un gabbiotto guardato a vista da un omino del MediaWorld. Ed è tardi. Tutti gli sono addosso.

Tre passi e li raggiungo. Sono secondo, mi è andata bene. Ne hanno una trentina, forse meno.

“Avete la prenotazione?” La voce del guardiano mi rinfranca. “Sì”. Eravamo solo in due ad averla. Di lì a poco esco vittorioso dal MediaWorld con uno scintillante Wii ed una copia di Wii Play. Devo tornare a casa. Devo guidare, poi potrò montare il Wii.

Abbiamo scoperto che non posso guidare quando compro una console Nintendo. Fortunatamente siamo ancora vivi. Ed è tempo di rivoluzione.

Il Wii è quanto di più fuori dal comune io abbia mai visto. Ed è divertente come non mai. Una ventata d’aria nuova, quello che ci voleva. E’ lì, accanto alla tv della sala (posizione mai conquistata in casa mia da uno strumento per il divertimento). Ma ora che anche mia madre può giocare contro di me ad armi (quasi) pari, ci può anche stare.

Devo andare a studiare ora. Tanto e subito. E poi Wii. E ancora Wi…

5 commenti

  1. Psy

    Ciao, entro qualche giorno (forse anche domani) lancio un nuovo sito italiano interamente dedicato a Wii. Sono passato dal tuo blog per via della traduzione di Democracy, che utilizzerò per il sito. Se vuoi puoi partecipare al blog, anche solo per postare qualche news, saresti il benvenuto.

    p.s. se ritieni che questo commento sia spam cancellalo pure, fammi sapere in privato però 😉

    Ciao, e in gamba!

  2. Lo Zio

    Sei riuscito a prendere il pesce grosso??

  3. missShopping

    Wii, che giocattolone:D
    Io l’ho cercata l’8 per tutta milano a colpi di taxi,ero li per lavoro. Non trovando nessuna Wii, ho comprato un parco giochi per wii,che è sempre meglio di nulla.Il 9 ero a roma, wwia a cercare di nuovo, fino alla commessa separatista del parco Leonardo che mi indica un negozio ad aprilia,dove si dice che si detengono ancora wii. Sono arrivata quasi alla chiusura e l’ho trovata, una, l’ultima. A casa ho fatto notte a sracchettare con il mio ragazzo, correndo come idioti per il suo salone inseguendo wii-palline.
    Il concetto è fighissimo, soldi spesi bene,visto che dopo giorni ci stiamo divertendo come due bambini, pazienza per la botta terribile che abbiamo preso schiantandoci contro il camino, per il trauma cranico di una controllerata arrivata dritta e fendente fra capo e collo (a lui) e per le mie nocche tagliuzzate a sangue dopo un dritto a 180 km orari (ne è valsa la pena, pallina deviata, set mio).
    Questa consollina mi ha fatto sentire la bambina del 25 dicembre di mooolti anni fa, sono sicura che hai provato la stessa sensazione 🙂 Buone feste

  4. Luigi

    Mi dispiace per gli infortuni, a me per ora non è ancora capitato niente, tranne il tentativo della gatta di mordere il cavo che collega il nunchuck al wiimote… 😀
    Buone feste anche a te.

  5. missShopping

    A proposito di gatti,noi abbiamo da poco in casa un frugolo scemotto di 4 mesi e lo chiudiamo in un’altra stanza se giochiamo con wii, onde evitare di ritrovarci con un nuovo scendiletto in pelliccia:D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2022 Luigi

Tema di Anders NorenSu ↑