Versione in ricostruzione

La lunga via per Nintendogs

Mi è già capitato qualche volta di comprarmi un videogioco PRIMA della data di lancio, questo perchè i fornitori spesso li portano prima e qualche negoziante se ne frega della data di lancio: vende e basta.
Ero deciso a fare lo stesso con Nintendogs, ero stufo di aspettare, e anche se mi ci è voluto più del previsto, ce l’ho fatta!

Una mia amica (alla quale avevo mostrato qualche immagine di Nintendogs), mi avverte che aveva visto quel gioco in un centro commerciale della zona, mentre era in giro con sua madre per i fatti loro.
Mancavano 5 giorni alla data di lancio (oggi), quindi ero un po’ dubbioso, ed ho preferito telefonare.
Nel centro commerciale in questione c’è un MediaWorld, ed ho subito telefonato a loro, ma gli addetti del reparto erano in magazzino (a fare che non si sa) quindi ho preso, e mi ci son fatto accompagnare, e chissenefrega della telefonata. Lei l’ha visto, ci deve essere!
Al MediaWorld infatti, non c’era.
Evviva.
E allora dove diavolo l’ha visto?
In un supermercato, che fa sempre parte dello stesso centro commerciale, mi risponde.
Un supermercato che vende Nintendogs prima del MediaWorld? Assurdo! Però tentar non nuoce…
Navigo tutto il reparto videogiochi (dove si vede che la loro cultura in campo di videogaming è prossima allo zero: tutte le console sono ammassate sugli stessi scaffali, ed i videogiochi mescolati… Che gente!) ma non trovo nulla, ad eccezione di una pubblicità che indica chiaramente che il gioco è in vendita dal 7 ottobre.
Tanto era li vicino, fermo un tizio del negozio e chiedo informazioni.
Il signore in questione, un ragazzo dall’aria sveglia, non sa manco che cosa sia il Nintendo DS, e preferisce telefonare al responsabile del reparto:
“Senti, c’ho qui un ragazzo che vuole il gioco… (Come si chiama?… Ah!) Nintendogs, per il Nintendo quello la” (Pausa) “Eh…” (Pausa) “Ah…” (Pausa) “Sì” (Pausa) “E dove?” (Pausa) “Ok, grazie”.
Finalmente, rivolgendosi di nuovo a me, mi informa che il responsabile del reparto sta venendo a prendermi, e mi invita ad aspettarlo, così che possa parlare direttamente con lui.
Dopo 5 minuti di attesa, e nessuno che salta fuori, me ne sono tornato a casa con le pive nel sacco, e me la sono presa con la mia amica per avermi fatto fare una strada a vuoto, solo per vedere una misera pubblicità.
Lei mi risponde che non è una visionaria, e che il gioco c’era davvero! Anzi, mi dice che l’ha pure preso in mano!
A questo punto comincio a pensare che il giovanotto dall’aria sveglia, in realtà, tanto sveglio non era…
Il giorno seguente non avevo la possibilità di tornare alla ricerca di Nintendogs, perchè sono andato in palestra, dal mio fisioterapista di fiducia, che però non c’era e non mi ha avvertito della sua assenza. Che gentile.
Il giorno ancora seguente, dopo aver passato l’intero pomeriggio tra Tedesco, Francese, Inglese, Latino e matematica, decido di riprovare, prendo in mano l’elenco del telefono e chiamo al MediaWorld.

  • 1^ telefonata: Sono stato 4 minuti e 35 secondi ad ascoltare il disco che mi diceva che le operatrici erano occupate. E vaff!
  • 2^ telefonata: Nessuno risponde
  • 3^ telefonata: Dopo 5 squilli, riparte il disco
  • 4^ telefonata: Finalmente parlo con una persona! Però lei non ne sa un tubo, mi passa gentilmente il responsabile del reparto, che invece non ne sa un tubo manco lui, e va ad informarsi. Dopo qualche istante torna dicendomi che il gioco sarebbe stato in vendita da domani (ovvero oggi).

Pazienza, mo provo a telefonare al supermercato, tanto ormai ci sono.
Dopo solo 15/20 squilli finalmente risponde una donna (abbastanza seccata), e non appena inizio a parlare mi interrompe bruscamente dicendo che mi avrebbe passato qualcun’altro.
Disco.
Risponde un’altra signora, e io rispiego per la 4^ volta che cercavo il gioco “Nintendogs” per Nintendo DS, e lei che fa? Mi mette in attesa mentre chiede al responsabile del reparto.
Dopo qualche altro minuto di disco, riprende la chiamata e mi prega di attendere ancora, questa volta però non mi rimette in attesa, e posso sentire i discorsi che sta facendo con una signora che è andata a chiedere informazioni, che vi risparmio, perchè sono buono.
Finalmente, riprende la cornetta: “Sì, lo abbiamo.”
Determinato come non mai, dopo aver accompagnato mammina a fare dei giri che doveva fare, vado in questo supermercato, e mi faccio di nuovo tutto il settore dei videogiochi, dove di nuovo non trovo niente.
Anzi, questa volta non c’è manco la pubblicità!
Torno a cercare qualcuno a cui chiedere, e vedo lo stesso ragazzo dell’altra volta, che però evito, e mi dirigo verso una donna (probabilmente la stessa che ha risposto al telefono) che mi indica un’altro corridoio da prendere
Ma anche stavolta non trovo niente.
Torno da lei e le chiedo di farmi vedere dove tengono nascosto ‘sto gioco, e lei telefona alla responsabile del reparto e le chiede di raggiungermi.
Ho aspettato qualche minuto, ma ‘sta tizia non se vedeva.
Cominciavo a pensare che non volessero vendermelo! 😐
Alla fine la faccio richiamare, e finalmente arriva, e mi porta davanti ad un espositore con decine di Nintendo DS blu e rosa, versioni comprensive di Nintendogs, e anche solo Nintendogs, in tutte le tre versioni.
Certo, che geni, a mettere un espositore di Nintendogs tra il reparto Vestiario e quello Videocassette/DVD… Va beh, tralasciamo.
Mi sarà venuto a costare il doppio, tra benzina, telefonate, e nervi, però l’ho comunque avuto in anticipo (ieri),e quindi mi sento realizzato. 😀
Beh, ora ho una pixellosa cucciolotta di Labrador Retriever di nome Luna che ha vinto il 1° premio della gara del disco nella sezione principianti ed emergenti, e già risponde a svariati comandi del sottoscritto, come “Seduta”, “Terra”, “Salta” e “Qua la zampa” 😀
*_*

3 commenti

  1. Khiko

    Due polpette al cianuro dovrebbero bastare.

  2. Ex3me

    Ma anche 3 😀

  3. Alien32

    Uigi, prima di iniziare a comprare i giochi online mi trovavo molto spesso in situazioni analoghe… 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2020 Luigi

Tema di Anders NorenSu ↑