Versione in ricostruzione

Assurdi regali assurdi.

Parlano tutti dell’iPad. E io invece no.

Magari la prossima volta.

Avevo promesso un bel resoconto dei regali natalosi, ed eccoci qua.

Innanzitutto, una doverosa precisazione: Lo Zio ha voluto estendere a noi, una tradizione che perdura da lungo tempo tra lui ed un suo amico, ovvero cercare di rifilare all’altro il regalo più assurdo, inutile e possibilmente anche brutto o ingombrante possibile, in occasione delle festività natalizie.

Ragion per cui, quest’anno ci siamo dati un sacco da fare, visto che l’anno scorso siamo tutti rimasti soddisfatti di come è andata. E devo dire che quest’anno è andata ancora meglio.

Cominciamo con i regali che mi sono autofatto però, questi non sono assurdi, sono solo tanti. E magari elencarli mi farà stare più attento ai miei risparmi.

Cominciamo dai regali non-nerd!

  • Una giacca. Una bella giacca blu. Tutto qua? Tutto qua. Non ho mai avuto una giacca, e a volte mi sarebbe servita. Ma date le mie dimensioni non comuni, trovarne una in negozio è sempre stato impossibile, e questa volta me la sono fatta fare da un sarto. Tiè.
  • Un paio di scarpe. Non compro spesso vestiti, e ancora meno spesso scarpe. Credo che l’ultima volta sia stato due tre anni fa. Quindi mi sono dato alla ricerca di un paio di scarpe del mio numero (e decenti!)  che ovviamente, come chi mi conosce può facilmente immaginare, non ho trovato. E quindi le ho di nuovo ordinate su misura dal sito Nike. E anche questa volta mi sono costate un polmone. (Però c’è il mio nick scritto sopra!)

Poi c’è un regalo che non saprei in quale categoria infilare, quindi penso sia seminerd.

  • Un paio di cuffie per iPhone con microfono migliori di quelle mmmerde che Apple infila nella custodia, e soprattutto in grado di reggersi dentro le mie orecchie da sole senza che debba raccoglierle continuamente: Z-Buds!

E concludiamo con due bei regali nerd.

  • Tastiera retroilluminata megafigosa Razer Lycosa Mirror Edition (US), che finalmente mi sono deciso ad ordinare, in coppia con
  • Mouse megafigoso Razer DeathAdder 3500dpi, che potete vedere risplendere nella notte assieme alla tastiera qui.

E’ stato un Natale abbastanza ricco, sebbene i primi 3 regali siano arrivati tutti abbastanza dopo il 25 (le scarpe addirittura sono arrivate due giorni fa).

Ora, dapprima i tre regali seri non autofattimi, e poi prepatevi ad aggrottare tutte le fronti in vostro possesso, perchè arrivano i regali assurdi. 😀

  1. Coppola blu. Forse non lo sapete (ma molto più probabilmente sì, lo sapete)  di solito in inverno porto una coppola. Ecco, mamma me ne ha comprata una nuova. Molto più bella tra l’altro.
  2. Felpa chiara. Regalo di papà. Niente da eccepire, se non fosse che l’ho messa due volte e l’ho già macchiata. Groan.
  3. Dopobarba “Playboy”. Regalo inatteso devo dire.
  4. k-way usa-e-getta azzurro. Bello, davvero niente male, un inutile k-way usa-e-getta. Che ho provato subito per vedere se mi stava (e mi stava) e ho quindi buttato via subito dopo.
  5. Copertone di biclicetta. Mountain Bike per la precisione. Utilizzato a mò di collana per il resto della serata (col K-way stava bene).
  6. DVD del film di Super Mario Bros. L’incubo di ogni nintendaro. E’ ancora incartato qua vicino, non ho avuto il coraggio di togliere la carta plasticata trasparente. Potrebbe uscire il male!
  7. Un pennello Cinghiale e un telo per coprire i mobili (della stessa marca). Un rullo, non un pennello, per essere precisi. Ma il pennello Chinghiale fa sempre la sua porca figura.
  8. CD Norton Antivirus 2002. Originale! Beh che dire, il virus più pagato del mondo. (No, ho scritto virus, non è stato un errore di battitura). 😀
  9. Due kit formati da uovo, tappo di sughero e due forchette. Tutto questo solo perchè una volta ho sognato un tappo di sughero con due forchette infilate dentro in perfetto equilibrio sopra un uovo. E sapevo spiegare perchè succedeva.

Beh, devo dire che si è trattato di un Natale ricco. 😀

E ora, per aver adempito ai miei obblighi, anche se vorrei scrivere una recensione della bella Lycosa, o parlarvi dell’iPad, mi metterò tristemente a studiare, rimandando le intenzioni ai prossimi due articoli, che spero di scrivere nei prossimi giorni.

2 commenti

  1. ilbuonfabio

    Dovremo organizzare una serata trash-nerd e vederci sia il film di Super Mario che quello di Dragon Ball… Anche se l’unico modo per sopravvivere ad una tale doppia-visione sarebbe quella di armarci di tanto spirito (o di tanto vino, ma tu non gradiresti) e farci due risate! 😀

  2. Artiglio

    Oh, andiamo! Il film di Super Mario, se si dimentica la storia originale, almeno è bello! Obiettivamente parlando, non è un brutto film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2020 Luigi

Tema di Anders NorenSu ↑