Luigi

Versione in ricostruzione

Mese: Ottobre 2008

Tempo?

Una volta (uhm, mi sa che era pure parecchietto tempo fa), su topolino ricordo di aver letto una storia in cui gli abitanti di un altro pianeta si rendevano conto della sparizione di alcuni momenti, che non avvenivano per nulla. Tutto iniziò quando sul finire di un anno, la gente che stava facendo il conto alla rovescia si rese conto che era sparito un secondo. La cosa proseguì con la sparizione di intervalli di tempo sempre maggiori, come l’intero secondo tempo di una partita di calcio.
Quello che mi sta succedendo è molto simile: mi rendo conto che manca del tempo al totale che dovrei vivere. Esco di casa tutti i giorni alle 7:45 e non sono più padrone del mio tempo fino alle 18:00, o alle 19:00. Ma la cosa è anche abbastanza più grave: mi mancano all’appello 5 giornate alla settimana, un numero abbastanza importante.
Non solo, al ritorno sono anche decisamente e comprensibilmente stanco, e per questo non ho la forza nè la voglia di fare qualcosa. Sia essa dedicarmi ad uno dei miei innumerevoli progetti lasciati a metà o scrivere un articolo sul blog. O magari studiare. Anche Messenger Italia è diventato un obbligo, un peso da portare dietro giorno dopo giorno, come impegno non scritto preso con i visitatori. Così, visto che dopo una giornata passata a studiare in università dovrei (in linea teorica) mettermi a studiare qualcosa per i 4 esoneri che stanno sopraggiungendo, e visto che anche con tutta la forza di volontà che ho sempre avuto questa cosa non mi riesce, il risultato è che non solo non faccio quello che vorrei, ma neanche quello che dovrei. Da quì la decisione di massimizzare gli spazi morti della giornata tentando almeno di scrivere qualcosa sul blog.
Questo articolo inaugura la sezione dei corti: articoli scritti sull’iphone nel tempo vuoto che mi resta, in treno e alla stazione.
Essenzialmente penso che si tratterà di riassunti della mia vita, o di brevi argomenti di cui mi prende voglia di parlare. Non aspettatevi articoli sulla psicologia femminile, o trattati di informatica: non penso che un viaggetto in treno mi dia tempo sufficiente di scrivere qualcosa del genere. E se questo articolo è illeggibile perché mancante di accenti, significa che WordPress per iPhone è ancora da migliorare.

La psicologia femminile: L’informatica.

Per aver vinto 5 a 4 il sondaggio del blog, l’argomento di questo articolo sarà la psicologia femminile. La carenza di articoli fino ad oggi è da imputarsi al fatto che non avrei potuto scrivere un altro articolo di argomento diverso rispetto a quello votato dal sondaggio, e che non ero ancora ispirato per scrivere questo. Comunque, vediamo cosa ne esce. Ah sì, sono le quattro, quindi abbiate pazienza per quello che sarà il risultato finale.

Continue reading

© 2019 Luigi

Theme by Anders NorenUp ↑