Luigi

Versione in ricostruzione

Sopravvivenza

Quale miglior modo di passare il sabato sera, se non scrivendo qualcosa sul blog?

Era ironico, eh.

Ok, probabilmente vi starete chiedendo che fine ho fatto. O forse no. In effetti gli articoli dove vi faccio un misero resoconto della mia vita devono essere piuttosto noiosi da leggere. Anzi, in realtà so che lo sono benissimo, perchè spesso rileggo i miei articoli passati. Stavo pensando di stamparli e farne un piccolo volume… Ma poi di solito ci ripenso e cambio idea.

Comunque, eccomi qua. Per i due lettori che ancora non lo sanno. i miei tre numeri al lotto per l’esame di fisica non sono usciti, sono finito in seconda fila ed ho dovuto fare affidamento solo su quello che sapevo. Ovvero quello che potevo ricordare dopo quattro anni, dei due anni di fisica fatti al linguistico. Ovvero undici punti su trenta. Il che significa che ho un po’ di memoria!

Comunque, con la discreta media che mi ritrovo, accettare un voto basso sarebbe stata solo un’idea stupida… Se proprio devo farmi affondare la media, conto di farlo fare da uno di quegli esami maledetti che mi aspettano tra circa un mese, e per cui non ho ancora iniziato a studiare niente.

Detto questo, possiamo dire che gli altri due esoneri sono andati bene. Un 30 e un 13 su 15, sudati e meritati.

Dopo questi tre esoneri in 10 giorni, è iniziata la preparazione del quarto, che si è svolto venerdì scorso, e di cui saprò l’esito mercoledì, quando potrò dare l’orale.

Ora, dove sta scritto che per tre maledetti crediti devo fare due esoneri scritti e un’orale? Moderatamente difficili, per di più. E con delle vaste parti completamente inutili, aggiungo. Ma proprio inutili inutili.

Detto questo, ho avuto pochissimo tempo da passare davanti al computer, sia per via dello studio,  sia per via di un lavoretto da fare, sia per via di altri eventi decisamente spiacevoli.

Per quanto riguarda lo studio, c’è da dire che ci siamo dati abbastanza da fare. A parte la nottata-studio a casa mia che, vuoi per le troppe interruzioni, vuoi per la troppa affluenza, vuoi per le tre cene consecutive, è stata poco produttiva.

Il lavoretto da fare è stato rimettere a posto un vecchio computer (Pentium II 200mhz, 64MB di ram, 4GB HDD) per darlo a mio nonno, che a 79 anni ha deciso di voler imparare ad usare il computer, diventando una specie di mito tra i miei amici.

Poi, siccome quel computer è un po’ ingombrante, su consiglio dei miei universcolleghi (che è più corto di colleghi universitari) gli ho proposto di acquistare da me il mio glorioso e beneamato IBM ThinkPad G40 per lo stesso identico prezzo di un net-top quale eeepc.

Poi, visto che oggi in negozio non hanno voluto farmi provare l’eeepc acceso, ne ho dedotto che non fossero interessati a vendermelo, quindi mi sono recato in un’altro negozio dove ho preso per 20€ in più un candido Samsung NC10, che ha la tastiera un po’ più grande (e antibatterica… Anche se non è una cosa così importante) e che ha uno schermo straordinariamente luminoso. Ho passato il pomeriggio di oggi a smanettarci su, tra aggiornamenti e robe varie, anche se per colpa sua non sono riuscito a studiare.

Stupide tentazioni.

Beh, sono le una e venticinque, ho una discreta influenza, non ho studiato niente, e mercoledì ho un esame. Vado a dormire. Spero di scrivere qualcosa di interessante quanto prima.

2 Comments

  1. :mrgreen: come al solito il titolo non ci azzecca nulla! 😆 e smettila di lamentarti sempre che c’hai da studiare, pensa a quei poveracci che il sabato non sanno dove andare, non sanno che fare e si ritrovano all’ipercoop…[(ah già te 6 uno di quelli)^2]^millanta

  2. Io non ho potuto acceder all’orale di Calcolo Differenziale, pensa te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2020 Luigi

Theme by Anders NorenUp ↑