Versione in ricostruzione

E’ finito.

Grazie a Dio finalmente è finito.

Un lungo, interminabile, ridondante, svilente, sfiancante, terribile, insopportabile anno di merda.

Il 2007 si è levato dalle palle.

Era ora.

Ora che è finito non voglio più sentirlo nominare. E’ la prima volta che sono ottimista verso il futuro. E’ la prima volta che VOGLIO essere ottimista verso il futuro. PErchè ho scontato un anno di merda e ora credo di meritarmi un pochino di serenità, da qualche punto di vista.

E il 2008 è già cominciato bene, con gli auguri di Argentina (che non sentivo da tempo) ed una telefonata anonima alle 2:40 di una voce nota.

“Pronto?”

“Buon anno!”

“Ma chi parla?”

“Come chi parla? (In questo momento ho realizzato di chi si trattasse) Sono [URLA DI SOTTOFONDO] Artiglio del Falco d’Argento!”

Adoro quella ragazza, è decisamente fuori dagli schemi, matta, ma con un grandissimo senso dell’umorismo, tanta pazienza (per sopportare me e i miei deliri random) e un cuore grande così. Beh facciamo così. No no, è grande più o meno così. Beh insomma avete capito.

Ora, prima di aprire la finestra e cestinare il vecchio anno, voglio recuperare da questo sacco di merda che è stato il 2007 qualche cosuccia che vale la pena di salvare.

Voglio ricordarmi del 7 Gennaio 2007, quando ho affrontato il freddo e l’umidità del mio scantinato per recuperare nel vecchio computer tutti i dati che avevo lasciato lì, ritrovando mesi di conversazioni in chat. Ed il diario che io e Iorichan scrivemmo quando ci innamorammo. Voglio tenermi quella serata al cinema a vedere Manuale d’Amore 2. Il film in se possiamo anche buttarlo, non mi ha fatto né caldo né freddo, ma quella serata ricordo di averla passata benissimo. Poi le cose non sono andate come speravo, ma ciò non toglie che quella sì, è stata una gran serata.

Poi mi voglio tenere anche la serata passata con Victor, Lo Zio e… Beh… Lasciamo stare, quando non siamo riusciti a trovare la festa dove saremmo dovuti andare, e ci siamo divertiti talmente tanto che posso dire senza dubbio che sia stato meglio così.

Non voglio dimenticare nel modo più assoluto la Giornata Nazionale della Vergogna, che rientra senza dubbio tra i migliori giorni che abbia passato in questo 2007 che si è tolto di torno. Subito a seguire, voglio avere sul comodino, da accarezzare prima di andare a dormire, il giorno in cui ho risentito Vale.

Voglio incorniciare il compleanno migliore che io abbia mai avuto modo di festeggiare, che è stato capace di rendermi davvero felice per una giornata intera, facendomi dimenticare in un colpo solo tutto quello che andava male. Ed erano davvero tante cose. In questo vorrei prendermi una piccola parentesi per ringraziare chi ha reso possibile una cosa di questo genere, anche se credo che non potrò mai davvero ringraziarli abbastanza.

Grazie Victor, perchè hai avuto questo splendido pensiero, perchè tu sei un amico vero, ed anche la serata di oggi lo ha dimostrato. Grazie per aver messo a disposizione la tua casa, per aver pagato tutto, per avermi fatto davvero un regalo incredibile. Grazie a Nily, che se n’è fregata della terribile interrogazione di Letteratura Tedesca e di tutti gli altri suoi impegni, ed è venuta in questo posto sperduto per me e che ci ha dato una mano a preparare tutto. Il tuo regalo, insieme a quello di Victor è stato favoloso, davvero senza paragoni. Grazie ad Argentina che, anche se doveva lavorare, è venuta lo stesso alla mia festa, e per farsi perdonare, è rimasta con noi tutta la notte. Grazie allo Zio, che è stato davvero un amico su cui ho potuto sempre contare, e che quella sera si è improvvisato fotografo. Grazie a Cloe, che quella sera quando le ho detto che avrei voluto realizzare un sogno con lei, mi ha detto “proviamo”. Grazie a Lei che sebbene spesso si comporti troppo da suocera, mi vuole bene e mi è stata vicino, e quella sera è rimasta a fare compagnia a Nily, che alcune mie compagne di classe, chissà perchè, sembrano odiare a morte. Grazie ragazzi, quella sera vi ho dedicato una canzone, e questa sera vorrei potervela far sentire di nuovo, ma siccome non posso, ve lo lascio qui, così che possiate ascoltarlo quando passerete a leggere le mie parole.
Grazie a tutti i miei amici che sono venuti quella sera. Che se non sapevano, immaginavano. E se non immaginavano, sapevano. Grazie.Scusate se l’ho fatta lunga, mi sono anche commosso nel frattempo, forse ne avevo bisogno. Ma la raccolta differenziata non è finita, ci sono molte altre cose da salvare.
Ad esempio la gita a Praga che tutto sommato ho apprezzato, anche se mi ha portato via e poi ributtato in un mare di merda. Però sono stato circa 5 giorni fuori dalla merda. E Nily mi ha mandato anche un dolcissimo mms di buon viaggio. Tenera, tenera.
Voglio salvare e ristampare in dieci milioni di copie la mia giornata a Roma con Nily. Voglio un alto pomeriggio passato con lei senza fare niente, a chiacchierare, ridere, e conoscere la sua splendida città.

E voglio vivere di nuovo nell’eternità di un incontro con Vale, per poter assaporare di nuovo quella sensazione splendida che si ha quando tutto diventa insignificante, e passeggero, e si è davvero felici.

Mi tengo anche il compleanno di Gabro, sebbene fosse il suo, ho passato una splendida serata a parlare, parlare, parlare e ancora parlare. Che cosa strana.

Rivoglio Caserta. E’ un posto meraviglioso, dove mi aspettano amiche speciali e amici simpaticissimi. Voglio tornare a Caserta, e ci tornerò, fosse anche l’ultima cosa che faccio.

E poi voglio incontrare di nuovo Rai112, Mushra, e soprattutto Eraty e Iorichan, a Lucca. E non vedo perchè non potrei farlo.

Bene, abbiamo tolto dal mucchio un buon numero di cose. A vederle così tutte insieme il 2007 sembrerebbe quasi un bell’anno da vivere. Beh mettiamo la cosa da un altro punto di vista:
se qualcuno mi avesse detto, a scatola chiusa, che nel 2007 avrei fatto queste cose, avrei accettato di viverlo, senza curarmi di quante e quali cose negative sarebbero potute essermi capitate.
Questi momenti dovevano essere vissuti, e sono felicissimo di averli passati. Ora che li ho separati dal resto dell’anno, gli troverò un posticino nel mio cuore solitario. Rileggendo le mie parole, sarà come riviverli, e questo mi riempirà di nuovo il cuore di gioia. Sono questi momenti che voglio tenere, sono questi che voglio ricordare, e sono questi che vorrei urlare al mondo.

IO HO DEGLI AMICI INVIDIABILI!

E non importa se sono a Nord, a Sud o su Cygnus x-1, non importa se ci parlo spesso e non li vedo mai, o se non li vedo e non ci parlo perchè le nostre strade si sono separate, non importa se mi hanno fatto indossare dei pantaloni da donna, non importa se considerano il mio cappello ridicolo o se mi hanno dato un due di picche, perchè per loro sono e resterò sempre e soltanto un amico.
Sono gli amici migliori del mondo, ed anche se per colpa loro ora mi sono commosso ed ho iniziato il 2008 piangendo, pazienza.
Questi pezzi di 2007 li ho salvati solo perchè c’eravate voi.
Grazie di tutto, ancora una volta. Vi voglio bene gente.
Buon anno.

1 commento

  1. Artiglio

    LOL ma sai che dopo che ho messo giù mi sono resa conto che avevo nascosto il mio numero per fare degli scherzi telefonici XD Sarà per questo che mi hai chiesto chi ero…
    Che il 2008 ti sia sereno, o caro amico, e che chiunque debba portarti fortuna ed aiutarti lo faccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2020 Luigi

Tema di Anders NorenSu ↑