Luigi

Versione in ricostruzione

Natale 2007

Non credo che vi parlerò del mio *nix-Day oggi, ho voglia di parlare di altro.

Beh, forse neanche tanta, a dire la verità. Prendetelo come un post di scuse.

Scusatemi, davvero, se non vi ho inviato il mio classico messaggio con gli auguri di Buon Natale. Scusate davvero se non vi siete sentiti parte di quella lista sempre più folta di destinatari a quali inviavo un messaggio preparato nel pomeriggio, subito dopo essere uscito dalla messa di mezzanotte, ma vedete, quest’anno non sono andato a messa.

Non ce l’ho fatta. Non potevo reggere una messa di Natale. E’ una cosa che abbiamo sempre fatto in famiglia, tutti insieme come da tradizione, per poi tornare a casa e scartare i regali sotto l’albero. Ed ogni anno sotto l’albero trovavo una sorpresa (più o meno sorprendente) che era l’unico motivo che mi faceva saltar giù dal letto di buon mattino il giorno seguente.

Quest’anno niente messa, il solo pensiero di entrare in chiesa e vedere famiglie felici, o presunte tali, mi faceva sentire a disagio. Non credo sarei mai stato in grado di resistere, ed è per questo che ho preferito non andare. Non è per lo stesso motivo per cui ho saltato la messa di Pasqua. Lì ero davvero incazzato con Dio, al culmine della disperazione, probabilmente se l’avessi visto per strada e l’avessi riconosciuto, l’avrei anche picchiato. Sì ce l’avevo con lui, a morte. Ora no, semplicemente non me la sono sentita di affrontare una tradizione di famiglia, senza la famiglia.

Ecco perchè vi chiedo di perdonarmi se non vi ho fatto gli auguri, o se magari non ho risposto a quelli che mi avete mandato voi, ma… Ecco, quest’anno farò semplicemente finta che il Natale non esista. Ieri, vigilia di Natale, ho passato tutto il pomeriggio, fino alle 9 di sera a studiare, e oggi, 25 Dicembre, credo di fare altrettanto. Non ho voglia di festeggiare, anche perchè non ho molto da festeggiare.

E come se non bastasse ho tonnellate di brodaglia matematica da studiare e decine di centinaia di esercizi da fare… Così quando qualcuno mi dice di uscire di pomeriggio, sono costretto a rispondere di no, visto che ho un moderato interesse nel superare i 4 esami che mi aspettano una volta finite le festività. E ci sono persone che faticano a comprenderlo. Ecco, allora perdonatemi se sono così stronzo da dover studiare il 24, 25 Dicembre, e i vari giorni a venire per tentare di sfuggire alla pazzia facendo qualcosa di utile, invece di venire con voi a divertirmi. Scusatemi, è colpa mia, ma è così.

Se dovete farmi la ramanzina perchè non esco, preferisco che facciate semplicemente finta che io non esisto, e che mi lasciate da solo: tanto sono chiuso a chiave nella mia stanza, con il Natale fuori che tenta in tutti i modi di entrare, per venire a tormentarmi.

3 Comments

  1. Perdonarti?

    Magari saresti l’unico da venerare, proprio perche’ non hai fatto auguri in giro.

  2. via..ho capito..il tuo stato catatonico comincia a preoccuparmi..sarà il caso di fare qualcosa..dai che prima della fine della settimana ci sarà qualcos’altro che busserà alla porta della tua camera..ma vedi di aprire CAPITOOOOOOOOOOOOOOO?
    bacino

  3. oddio quanto ti capisco Gigi…
    impressionante quanto gli altri stiano sul loro mondo a pensare che se non esci con loro è perchè di nascosto esci con qualcun altro…
    assurde le paranoie della gente!
    lo studio poi…”e che vuol dire, non li trovi due minuti per gli amici?”
    no, cazzo, non li trovo, me li fate voi gli esami??

    bacio e…scusa lo sfogo! 😳

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2019 Luigi

Theme by Anders NorenUp ↑