Luigi

Versione in ricostruzione

Solitudine

Anche scrivere sul blog sta diventando noioso e ripetitivo. Tutto è noioso e ripetitivo, quindi quello che scrivo sul blog è noioso e ripetitivo e anche io sono noioso e ripetitivo. Non per niente ho già scritto noioso e ripetitivo ben quattro volte. E questa frase contiene dieci lettere “e”. Tutto ciò puzza di stantìo.

La comitiva si è sfasciata. Lo Zio lavora, Victor studia, e con Argentina e Fè non ci si è mai riusciti a prendere un accordo come Dio comanda… Risultato: a casa da solo.

Dovrò cercarmi un’altra comitiva. Già, ad avercela.

Probabilmente dev’essere stato lo scherzo che abbiamo fatto ieri sera alla Kukka a farmene rendere conto: sono solo. Lei, Gabro, Broga e Deddy formano un gruppo unito ed indivisibile. Quando esco con loro sono poco più che un intruso. Io purtroppo questo gruppo non ce l’ho, non è colpa di nessuno ma è così. E soprattutto non ho neanche una ragazza. Ci riflettevo quando pensavo che un anno fa ero al colmo della depressione perchè ce l’avevo anche se non si sarebbe detto, visto che si faceva viva una volta ogni trent’anni. Beh, non che tornerei indietro: avere una ragazza-fantasma è peggio di non averla affatto. Per lo meno se non ce l’hai puoi provare a fartela.

Diciamo che non fa piacere sapere che la Cloe che è stata vista in discoteca baciare appassionatamente 4 o 5 diversi ragazzi nell’arco di una stessa sera, non è un’altra Cloe da quella con cui ci ho provato io. Non perchè non possa concedersi una sana pomiciata con 4 o 5 diversi ragazzi nell’arco della stessa sera, ma piuttosto perchè io non sono rientrato neanche in quei 4 o 5. Meno di zero, per così dire. Oppure tra lo zero e l’uno, per vederla diversamente. Troppo per una pomiciata e via, non abbastanza per una relazione seria.

Perfetto. Ancora io e il mio fottutissimo posto a metà.

Bene, anche luglio è finito. Aspetta aspetta, siamo ad Agosto! Cosa mi ricorda Agosto? Ferragosto, esatto. Per me il collegamento è istantaneo: Ferragosto Sbagliato, Natale a Metà, Capodanno… Beh capodanno e basta, e poi c’è San Valenchi? ed ancora L’effetto domino, Sfollato e L’amico perfetto, che ha scatenato in un momento di depressione acuta, anche la Lettera a Dio. A prima vista sono nomi che non dicono niente, in realtà sono nomi di post di questo blog, da un anno a questa parte. La lunga lista di post negativi, in cui traspare l’essenza densamente nera della mia vita da un anno a questa parte, rischiarata per brevi ma intensi tratti da momenti come Carramba che Sorpresa, la Giornata Nazionale della Vergogna o Un campagnolo a Roma, quando ho incontrato Nily, il sensazionale Compleanno da Rifare, i Ricordi dal Passato e la mia Giornata di Eternità, o ancora le serate con gli amici de I conti tornano, o la gita a Praga di Culo -> Sedia.

Ma purtroppo sono i momenti densamente neri a farla da padrone, e non è solo il mio pessimismo nero a dirlo, ma è anche Google, che infatti come pubblicità nella pagina che contiene l’archivio di tutti gli articoli del mio blog ha inserito “Archivio protesti – Eventi negativi degli ultimi 5 anni”. E non chiamatelo caso, la tecnologia di Google è molto affilata.

Siori, mi sento solo, essì. Speravo di poter combattere questa solitudine così come facevo tempo fa… E sono tornato su irc.

Doppio click sull’icona del mio caro vecchio GNirc, F1 e sono connesso. Come matrix, più o meno. Cesso di esistere qui, sulla sedia, e sono Luigi, su azzurra. Dal giugno 2003.

E’ bello esistere solo come un nickname bianco su una schermata nera. Ma non è più così facile, non è bastato a togliermi la sensazione di solitudine che provo sempre più insistentemente. Un modo ci sarebbe su irc, di combattere la solitudine. Mi basterebbe ritornare in contatto con Marco o con Roberto, o perchè no, con tutti e due.

E la nostalgia sale alle stelle quando torna dal nulla, ancora una volta il video di colors, quel video che piace allo stesso modo a tre persone sulla faccia della terra. Me, mio fratello mancato Marco, e chissà chi è la terza…

Ma chi è questo Roberto di cui parlo sempre? E Marco? Sono abbastanza nostalgico per spiegarvelo ultimamente, e lo farò. Promesso. Nel prossimo post.

6 Comments

  1. 😉 sono io la terza persona! (dico sul serio, anche se devo ammettere che ho dormito meno di tre ore stanotte… è bello quel video)

  2. Sai perchè scriviamo spesso post negativi e pochi positivi?
    Perchè quando tutto va bene, o si ha molto da fare, il blog assa in secondo piano, siamo troppo occupati a vivere la nostra quotidianità, in ogni caso, se hai davvero così poco da fare, vieni a Roma a fare il mio stesso lavoro, vedrai che non solo non ci pensi più, ma non trovi nemmeno più il tempo di riflettere su nulla…pensi solo a sfruttare al meglio i pochi attimi liberi che ti rimangono!
    Un bacione bellissimo, sù con la vita e…trovati qualcosa da fare!
    Frequenta gente nuova, che ne so, susù, coraggioooo!!

  3. Ti vengo a trovare prossimamente, che il Vitt vuole venire nell’Urbe a vedere le opere del Bernini. 😀

  4. beh, fammi sapere quando e cerchiamo di beccarci che ora son anche motorizzata!!

  5. Vieni a lavorare con me !!!! Pensa io che dovrei dire allora !!!

  6. estremamente bello tutto il blog..
    consolati su questo punto.. c’e’ molta gente che se le chiedi dis crivere un pensiero, non sa neanche da dove cominciare…
    per quanto riguarda il tuo pessimismo.. beh..
    io sono nella tua stessa situazione circa.Comitiva in sfascio.. donna persa… ^___^ ma si cerca lo stesso di tirare avanti…
    good luck..
    saluti
    Edo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2020 Luigi

Theme by Anders NorenUp ↑