Versione in ricostruzione

Luigi Vuittone

Eh si siori, dovrò aprire anche io una mia linea di negozi. E quale nome usare per la mia nuova griffe, se non quello di Luigi Vuittone (Nily docet)?

E’ vero, qualcosa di nuovo nel mio look c’è, un po’ è merito dei capelli che ricrescendo hanno preso ad avere un andamento che mi fa somigliare un po’ meno ad una melanzana, ed un po’ viene dagli ultimi acquisti del guardaroba (risalenti peraltro a Natale, ultimo periodo in cui ho visto qualche soldo circolare nelle mie tasche), ma il resto non so spiegarmi da dove venga.
Voglio dire, ultimamente sembra che tutte le mie amiche mi stiano guardando come se dall’oggi al domani fossi cambiato. I complimenti ormai credevo di averli esauriti tutti, invece già da lunedì scorso l’Eccelsa ha notato i miei pantaloni verdi complimentandosi per la scelta, ma va beh, ormai della passione delle mie amiche per i miei jeans ero al corrente. Poi sia giovedì che venerdì parecchie ragazze (tra cui ancora l’Eccelsa) hanno apprezzato la mia felpa ed il mio lupetto, mentre sabato la più fine del gruppo, dopo un attento esame ha sentenziato “Oh, ‘mazza che figo!”.
Pronto? Ehi, sono sempre io eh! Ci siete? Ehi? Mah!
Non è tutto!
Stamattina entro in classe e poso lo zaino sul banco (sarebbe più corretto dire “sbatto violentemente lo zaino sul banco” ma va beh), ed neanche due minuti dopo che mi sono tolto la giacca, l’eccelsa fissa attentamente la mia felpa per qualche istante e poi mi dice:
“Bella felpa.”
“Grazie…”
“Dovrai prestarmela qualche volta.”
Lily me l’ha sempre detto, Nily ha maturato la stessa convinzione, ed oggi mi sono reso conto che se aprissi un negozio in cui affitto i miei vestiti, farei affari d’oro. E così farò allora, apre Luigi Vuittone!
Le consegne si effettuano di persona, niente spedizioni né prenotazioni via internet, si viene in negozio e si vede quello che c’è, poi ci si accorda sul periodo di tempo e sul prezzo. Ed ovviamente la clientela (esclusivamente femminile) deve prima essere accuratamente selezionata. E’ roba di classe, mica pizza e fichi.
La cosa che mi preoccupa di più, è che se le premesse sono queste, quando andremo in gita a Praga, mi toccherà andare in giro in mutande, perchè si prevedono incursioni in camera per saccheggiare l’armadio, e siccome nessuna delle mie care amiche è abbastanza longilinea per permettersi di prestarmi qualcosa, o parto col doppio dei vestiti, oppure mi tocca davvero andare in giro in mutande!
Sempre che nel frattempo non esploda la moda di indossare anche i miei slip, altrimenti sì che sarebbero guai seri.
Magari in quel caso potrei anche lanciare anche la linea Intimo by Luigi Vuittone ed aumentare gli incassi… Uhm…
Vado a dormire va.

1 commento

  1. nily

    ahahahah!
    mi fai morir dalle risate!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2020 Luigi

Tema di Anders NorenSu ↑