Luigi

Versione in ricostruzione

Natale a metà.

Half Christmas

E’ dal primo di Dicembre che ho cambiato il tema del sito per renderlo pseudonatalizio. E dal primo di Dicembre che c’è la scritta Natale a Metà nell’angolo in alto a destra. Però ho deciso di fare un post includendo una versione ridotta dell’immagine, così anche per quando cambierò il tema resterà l’immagine che meglio rende la mia percezione del Natale di quest’anno.

Una solitaria palla di Natale rossa semi sotterrata nella neve, simbolo di una festa che tale non è. E non sto parlando di consumismo o di polemiche sulla religione. Parlo della classica stereotipata festa natalizia in cui tutti sono felici, si vogliono bene, si ingozzano di pandori e dolciumi fino a che non cagano torroni e si scambiano regali. Io non sono felice, non mi voglio bene e non mi ingozzerò di pandori fino a cagare torrone. Beh, magari mi ingozzerò e basta… Chiamasi carenza d’affetto. E i pandori al cioccolato del caro Trenani (soprannome di un pasticcere alto quasi due metri, ovvero l’equivalente di tre nani uno sopra l’altro) sono la risposta migliore a questo problema.

In quanto a regali li ho praticamente consegnati tutti, quelli che ho comprato. Il problema sono quelli che ancora non ho comprato. Idee? Manco una.

Progetti per le serate? Qualcuno ne ho, e per quelle per le quali non ne ho, potrò dedicare anima e corpo al Wii. The Legend of Zelda: Twilight Princess mi ha rapito. Ed è proprio quello che voglio: totale alienazione dalla realta, nel gioco. Per ora voglio rimandare i problemi ed i pensieri a quando avrò voglia di affrontarli. O forse è il caso di dire, a quando avrò modo di affrontarli.
Ed ecco un Natale a metà, a far compagnia al ferragosto sbagliato di quest’estate, con cui si avvia alla conclusione un anno da dimenticare, per concludere in bellezza.

Perchè a metà? Perchè è esattamente mezzo Natale quello che ho. Una palla rossa nella neve fredda. Manca l’altra metà. Lo spirito Natalizio, la felicità, qualcosa da festeggiare, le lucine e il vischio.

L’altra metà del Natale non ce l’ho, e non credo di trovarla sotto l’albero.

Gli auguri, a voi che avete qualcosa da festeggiare, li faccio più tardi, con un altro post.

1 Comment

  1. quanto sei catastrofico..pensa a me che stò passando il giorno di natale a studiare!!
    e dire che devo aspettare mio fratello che torni dagli affari suoi per aprire i regali, unico vero motivo per cui stò festeggiando questo natale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo è uno dei pochi siti web rimasti al mondo che non richiede di lasciare dati personali, quindi per favore, non inserire dati personali nei commenti.
L'email non è obbligatoria. Usa uno pseudonimo al posto del nome. Oppure usa un nome, ma non il tuo. Non scrivere la tua città, il tuo numero di telefono, il nome del tuo cane, il tuo numero di carta di credito. Se proprio non riesci a farne a meno, sappi che potrei censurare il tuo commento se contiene informazioni personali.
I tuoi dati verranno trattati secondo quanto descritto nella policy privacy del sito.

© 2020 Luigi

Theme by Anders NorenUp ↑